Seminario sul comico

a cura di Alessandro Chieregato

 

Far ridere ha sempre avuto un valore preciso nella società,
e la storia della comicità si è continuamente trasformata nel tempo
perché vive in stretta relazione con le evoluzioni sociali.

Il comico non recita solamente per il pubblico ma recita con il pubblico. È in continuo respiro e ascolto con ciò che il pubblico vuole. Proprio per questo negli anni sono nati nuovi generi di comicità e sono cambiati i tempi comici per far ridere.

Come il musicista per offrirsi al pubblico accorda il suo strumento,  così fa l’attore comico: prepara il suo il corpo. Conoscere la propria fisicità e cercare i suoi lati comici nei propri modi di fare, nelle abitudini fisiche o nei tic. Un approccio che parte dall’ascolto del proprio corpo fino all’ascolto del compagno e del pubblico per orchestrare una musica fatta di azione e reazione.

“Il lavoro dell’attore si basa sulla scoperta, non sull’apprendimento.” Sulla base di questo concetto il seminario si rivolge a chi vuole scoprire la propria comicità, trovando i mezzi per poi esprimerla al meglio e individuando la propria maschera comica. Si approfondiranno diverse tipologie di interpretazione, dall’improvvisazione e fisicità proprie di Commedia dell’Arte e clownerie, fino allo studio delle diverse forme della comicità contemporanea. Si svilupperanno meccanismi di interazione, associazione, dissociazione e ascolto reciproco nello spazio scenico, mediante esercizi individuali e di gruppo. In questo modo i partecipanti al corso potranno sviluppare l’intesa necessaria per imparare a vivere con generosità il momento della rappresentazione.

Sarà un viaggio di invenzione, ma soprattutto di scoperta del comico, strumento di narrazione efficace, sincero, implacabile.

Durata

2 incontri

Date e orari

12 e 13 ottobre dalle ore 10

Luogo

Teatro Marcello Mastroianni

Alessandro Chieregato

Tel / 331 9394016
Mail / aleragno73@gmail.com